sabato 17 ottobre 2009

Gli aerei fantasma (The ghost airplanes)

Come abbiamo visto in un precedente filmato, i velivoli che sorvolano la città di Sanremo (ma si presume anche altri centri italiani), dispongono di sistemi di dissimulazione tali da non poter essere identificati con i normali sistemi radar passivi, i quali, invece, sono perfettamente in grado di tracciare, come ben si vede dalla mappa, i normali aerei commerciali.

Ma, a prescindere da questo dato importante e decisivo, è interessante osservare uno dei velivoli che, agli inizi di ottobre 2009, ha partecipato alla pesante campagna di irrorazione sulla "città dei fiori". E' interessante notare come alcuni di questi aerei si sono, per così dire, accaniti, contro una formazione nuvolosa di bassa quota, al fine, evidentemente, dati i risultati, di dissolverla.

Come si può constatare, diversi tankers si sono concentrati in una ben determinata area operativa, provenendo da direzione sud/sud-est. Questo velivolo, evidentemente leggermente fuori dalla traiettoria assegnatagli, in modo palesemente intenzionale, compie una deviazione improvvisa, al fine di "centrare", diciamo così, il bersaglio.



Quando disinformatori come Mario Tozzi, Paolo Attivissimo, Piero Angela o altri pesci piccoli che ben conoscete, vi spiegheranno che si tratta di comuni aerei di linea, pensate a questo episodio che in fondo non è l'unico. Guardatevi quindi da coloro che intendono ingannarvi e chiedetevi per quale motivo agiscono, quali interessi coprono e, soprattutto, chi stanno proteggendo, nel totale dispregio delle vite umane.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

1 commenti:

Straker ha detto...

Confermato: oggi, 18 ottobre 2009 e per l'intero pomeriggio, in coincidenza della visita del ministro Scaiola, le irrorazioni sono state interrote. Il cielo ha riassunto l'aspetto ed il colore naturali, con la presenza di numerosi cumuli non sfrangiati. L'umidità è salita e l'aria è in evidenza più respirabile.

Questo episodio dimostra come l'amministrazione comunale della "città dei fiori" non solo sia al corrente delle attività di aerosol clandestine, ma sia in grado anche di cogestirle, in collaborazione e connivenza con i più elevati organismi governativi.

Posta un commento

NOTA BENE: tutti i commenti sono sottoposti a moderazione e quindi non saranno subito leggibili. Evitate perciò di inviare un unico messaggio diverse volte. A prescindere dai contenuti, i commenti dei disinformatori non verrano pubblicati. Grazie per la pazienza e la collaborazione.

Related Posts with Thumbnails